loyola marymount university




oggi sono stata a visitare la Loyola Marymount University a Marina del Rey. La vedo sempre dopo essere atterrata a Los Angeles, perchè è proprio sulla strada che collega l’aeroporto a Venice. Non avevo mai pensato che, dietro a quella gigantesca fontana, potesse nascondersi un campus così bello. Impressionante, davvero!
Quando arrivo in luoghi come questo, vorrei schiacciare il tasto rewind della mia vita e poter avere la possibilità di tornare a studiare in un posto così, magari con la testa di adesso. Che fortuna sarebbe!
Georgetown, Fordham, USF, Boston College, Loyola, fanno tutte parte delle università gesuite del Paese, tutte molto valide.
Il livello accademico richiesto è alto, così come il curriculum e le attività extrascolastiche. Le borse di studio sono basate solo sul merito e per l’ammissione è necessario presentare il SAT o l’ACT e il TOEFL. La religione è importante (bisogna seguire un corso di teologia, anche in una religione diversa da quella cristiana) ma non si è obbligati a frequentare la Chiesa.
Il campus sembra nuovissimo e alcuni edifici sono migliori di tanti musei moderni. 
L’intera area circostante apparteneva al proprietario della Pan Am, Howard Hughes, e da lui i gesuiti comprarono le terre su cui ora è stato costruito il campus. Ma lui era così ostile verso di loro da continuare a passare sopra alle loro teste con i suoi aerei, fin quando non si stancarono e, per deviare il percorso aereo, costruirono una torre nell’università.
Così andò e lui dovette arrendersi, ma la University Hall, l’edificio più grande, che potrebbe addirittura contenere l’Empire State Building, non volle mai cederlo. Anzi, Hughes disse che lo avrebbe venduto solo alla sua morte. I gesuiti lo acquistarono e lui morì, in quale ordine…non si sa!

la modernissima palestra, divisa da quella per gli atleti

a LMU, i Lions,  sono fortissimi nella pallanuoto
un pezzo del muro di Berlino Ovest. Dietro, quello dell’Est, è completamente bianco

l’edificio della Business School, donato dal nonno di Paris Hilton (se vedete una Lamborghini gialla è suo fratello)

la biblioteca

la vista da un milione di dollari

i dormitori

University Hall


Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s