last day in Provence

Della Provenza amo i colori, i profumi, le vecchie mura, la cucina, la natura. In una giornata dedicata all’entroterra, lontana dal mare, sono stata in due posti completamente diversi. Il primo, su consiglio dell’hotel, un paesino sperduto, Peille, a 25 km da Nizza. Arroccato su una collina, in mezzo al nulla, strade pavimentate e vecchie case medioevali a 630 metri d’altezza. Una piccola boulangerie dove ho trovato una strepitosa focaccia con le cipolle che ho mangiato seduta sul muretto di cinta. Una vera chicca.
Il secondo, Saint-Paul de Vence, troppo turistico in quel sabato pomeriggio. Mi ricordava San Marino o Toledo, con i negozi di chincaglierie e le gallerie d’arte. Sono scappata subito. Ho preferito tornare nella mia buona Cap Ferrat.

Villefranche sur Mer

Peille

il croissant “a metà” de la boulangerie di Peille

Saint-Paul de Vence

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s