a saturday in Tel Aviv

James jeans,Isabel Marant boots, Cruciani sweater, A.Mcqueen jacket, Balenciaga bag,Celine sunglasses




quando ho deciso di venire a Tel Aviv non avevo considerato le festività ebraiche. Sapevo del sabato (shabbat), ma considerandola una città cosmopolita pensavo che tutto fosse ugualmente aperto. E, invece, già dal venerdì pomeriggio, tutto chiude. Il venerdì è un po’ come il nostro sabato e il sabato come domenica. Il loro lunedì è la nostra domenica. Ci sono gli ebrei osservanti che addirittura non guidano l’auto di sabato e tengono chiuse le loro attività. Quindi, forse è meglio venire qui in settimana. 
Io, comunque, sono riuscita a fare molto. Colazione in hotel, passeggiata su Ben Yehuda e caffè su Dizengoff, una via ricca di negozi e bar. Lunga camminata sul lungomare di Tel Aviv, in una giornata calda e affollatissima, pranzo a base di pastrami e sosta in hotel. 
Meta della sera: Herziliyya, subito fuori Tel Aviv. Lì sembra di essere a Beverly Hills e Galle Thekelet è una delle vie con le case più care d’Israele. Ho visitato il Don Accadia, un hotel fantastico sulla spiaggia e ho cenato, a base di pesce, da Derby Bar alla Marina e, anche stavolta, non ho rinunciato al dolce: kadaif. Dieta, dieta e ancora dieta al mio rientro! Lo so, lo dico sempre!!


when I decided to go to Tel Aviv I didn’t think about jewish observances. I knew about their saturday (Shabbat), but, considering that it’s a cosmopolitan city, I though that everything was open. I was wrong. From friday afternoon the stores are closed. Their friday it’s like our saturday and saturday is like sunday. Their monday it’s our sunday. On saturday religious people don’t drive and their stores are closed. Maybe it’s better decide to come here during the week. 
However I did a lot. Breakfast in my hotel, walking on Ben Yehuda and a coffee in a cafè on Dizengoff, a street with lots of shops and cafè. I walked on a beach promenade full of people under the beautiful sun. I had pastrami for lunch and after I went back to the hotel.
I spent the night in Herziliyya, a town on the beach, very close to Tel Aviv. It looked like Beverly Hills and Galle Thekelet is a street where you can find the most expensive real estates in Israel. I’ve been to Don Accadia, a wonderful hotel on the beach and I had dinner at Derby Bar, a fish restaurant at the Marina. I ate the dessert: Kadaif and it was amazing. I need a diet! I know… I always said so.




l’Hotel Cinema

Espresso Bar

pastrami


2 thoughts on “a saturday in Tel Aviv

  1. …e grazie anche per i post sui viaggi…molto apprezzati!!Posso chiederti qual e' il modello della tua Balenciaga ?E' la City giant 12?sto cerca do proprio una borsa da utilizzare in viaggio,quindi capiente ,che si possa chiudere completamente e che stia bene con tutto!!grazieee!!
    Sara.

    Like

  2. sei troppo carina…grazie! In effetti sto ancora cercando la borsa perfetta da portare in aereo e da utilizzare poi in giro per la città. Sono sempre troppo pesanti e quando stai in giro tutto il giorno….però questa è sempre un'ottima scelta, ma è solo a mano, tranne in estate, quando sta sotto al braccio. Comunque è la Balenciaga Giant Weekender Bag. Buona giornata e ancora grazie!

    Like

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s